News

Il paese dei presepi

Salerano, il paese dei presepi

In occasione dell’articolo di luglio sull’iniziativa «tutto fa presepio» che vede coinvolti giovani disabili nella realizzazione di presepi con l’impiego di materiali naturali e di recupero.

Tutto fa Presepio

avevamo parlato del museo realizzato da Tino Cazzulani all’interno della sua cascina (La Vistarina) e dei più di 400 presepi esposti.

Basterebbero già questa iniziativa e questo museo per definire Salerano come il paese dei presepi, ma un’altra idea da anni coinvolge i saleranini, si tratta del concorso «Presepi per le vie di Salerano», giunto ormai alla sesta edizione che invita alla creazione di presepi in cortili, negozi, giardini, in qualunque luogo, purché visibile al pubblico.
Si sono così potuti incontrare, camminando per le strade del paese nel periodo natalizio degli ultimi anni, presepi piccoli e grandi, alcuni tradizionali, altri decisamente originali, alcuni veri capolavori.

Anche quest’anno l’associazione MaiSoli e la Biblioteca Comunale (che ha ideato l’iniziativa nel 2011) invitano gli abitanti del paese a realizzare queste opere così sentite della tradizione italiana, sicuramente più natalizie dei babbi natale rampicanti o da certe luminarie da luna park.

Domenica 3 dicembre 2017 alle ore 15 : tradizionale riapertura del museo con coro, cornamuse, vin brulè e ricordi .

Salerano, una sagra solidale

Quest’anno più che mai la sagra di Salerano parla di solidarietà e impegno civile. Girando fra le bancherelle, dopo la rumorosa e allegra zona delle giostre, incontriamo l’ormai tradizionale banco della Proloco che propone le classiche torte, il vin brulè e il quiz sul peso del cesto.

 

Nello spazio di fronte al castello Vistarini colpisce una distesa di oggetti vari stile Portobello, proposti dalla biblioteca con lo scopo di raccogliere fondi sia per beneficenza, sia per sostenere le iniziative culturali per il paese.

 

 

Sempre organizzato dalla biblioteca il banco dei libri usati, ormai storico per la sagra.

Costeggiando il castello arriviamo alla piazza Maggiore dove MaiSoli non propone solo nel suo banco marmellate, sali aromatici, zucche decorative, ciclamini, ma mostra uno strano aggeggio che si rivela poi essere un gioco antico : «schiaccia la noce» creato per i bambini, ma subito gradito agli adulti.

  

Proseguendo verso la chiesa parrocchiale incontriamo il banco dei prodotti equo-solidali, colmo di ghiottonerie di alta qualità dietro alle quali non c’è lo sfruttamento di lavoratori e contadini, ma un giusto compenso per il lavoro compiuto.

Dulcis in fundo la classica pesca di beneficenza e il banco vendita organizzati dalla parrocchia e, come sempre, frequentatissimi.

Arrivederci al prossimo anno !

C’è un paese che invita a leggere

Sono preoccupanti i dati sul poco amore degli italiani per i libri. Riportiamo un titolo di quest’anno su «La Stampa” :
«Fuga dai libri: il 60% degli italiani non legge. I dati dell’Istat: negli ultimi sei anni persi 3 milioni e 300 mila lettori nel Paese. Allarme tra i ragazzini dagli 11 ai 14 anni»
Ma c’è un paese che, invece di rassegnarsi, ha dichiarato guerra a questa tendenza : è Salerano sul Lambro, 2.700 abitanti a sud di Milano.Come fa?

 Come prima cosa ha una  piccola ma fornitissima biblioteca situata in un’ala del castello Vistarini, una costruzione del XIV secolo.

La reception

Appena entrati , nel locale della reception, ci accolgono gli affreschi dell’epoca, gli scaffali delle novità ed uno scaffale «verde» cioè relativo a temi ambientali, costruito ovviamente  con cassette della frutta recuperate 

Nel locale adiacente si incontra l’area 1-5 riservata ai bimbi in età prescolare e ai loro accompagnatori, ricca di libri e giochi didattici adatti all’età.

 

 

 

Si sale con l’ascensore (barriera architettonica eliminata) al piano superiore. Superate le aree relative all’arte, quella territoriale e quella dei giovani, si entra nella sala lettura, anch’essa ricca di affreschi e, ovviamente, di libri. 

 

 

 

La sala è spesso sede di incontri culturali per adulti e bambini, mostre, cineforum, corsi di disegno, musica e lingua italiana per stranieri .       

Ma la sfida alla mancata lettura non si ferma alla pur fornita biblioteca, facente parte del circuito bibliotecario lodigiano. Chi ha la necessità di ricorrere al medico, entrando nella zona di attesa del moderno ambulatorio comunale, trova due scaffali di libri, a disposizione del pubblico, uno per adulti e l’altro per bambini.

 

 

 

 

 

 

Chi invece gode di buona salute e vorrebbe cercare un libro, nelle ore di chiusura della biblioteca, trova la casetta dei libri o meglio la «little free library» facente parte del circuito internazionale con il numero #39683 Una mini biblioteca gratuita a disposizione di tutti. 

Due volte all’anno poi (per la sagra del paese e la Candelora) la biblioteca organizza un banchetto di libri usati, regalati da cittadini del paese e molto frequentato.

 

A Salerano sul Lambro,chi proprio non vuole leggere non ha scuse, dove si gira trova libri che lo invitano a migliorare quel triste primato italiano.

Ambiente e solidarietà in un tappo ?

Perché raccogliere i tappi in sughero

L’albero

Il sughero si ricava dalla quercia da sughero, albero che ha il suo habitat nel bacino del Mediterraneo. Solo dopo 20 anni l’albero inizia a dare un buon sughero che può essere rimosso solo ogni 9/11 anni. La vita di una quercia  non supera i 150 anni. Le sugherete italiane più importanti si trovano in Sardegna .

Lo smaltimento
Il sughero, se messo in compostaggio, impiega molti anni prima di essere decomposto, essendo particolarmente impermeabile. Stesso problema a livello di discariche.Solo per vini ad alto invecchiamento vengono usati tappi monopezzo, mentre per tutti gli altri si impiegano agglomerati di sughero e collanti che, se mandati in inceneritore, emanano una notevole dose di CO2.

Il reimpiego

Le caratteristiche del sughero consentono il riutilizzo dei tappi usati, una volta triturati, come isolanti termici e acustici, impiegati nell’edilizia, nella cantieristica navale e nell’industria  automobilistica.

 

Ambiente e solidarietà

Molti riciclatori, come quello con il quale opera la nostra associazione (Cooperativa sociale Arti e Mestieri di Boves) operano in un contesto di grande utilità sociale e ambientale.

 

 

 

 

 

 

 

Cosa fa MaiSoli

MaiSoli ha iniziato un anno fa la raccolta dei tappi in sughero e ha raggiunto oggi un quantitativo di circa 70.000 tappi raccolti e inviati alla Cooperativa, grazie all’impegno dei suoi volontari e la disponibilità di alcuni esercizi.

Dove si raccolgono

Oggi, oltre che alla sede di MaiSoli in via Diaz 6 i tappi possono essere portati ai seguenti esercizi che collaborano alla raccolta :
Dream bar – Salerano
Bar del parco – Salerano
Bar tabacchi di Santa Maria in Prato
Piero il barbiere – Salerano
Per informazioni  telefonare a Maurizio (333.3118759)

Nuova area cani a Salerano

Con l’apporto lavorativo dei nostri volontari, il Comune di Salerano ha creato la nuova area cani, in fondo a via Vittorio Veneto, nel prato adiacente alla Sipcam.

  

 

Ombreggiata e vasta, merita tutto il rispetto da parte dei proprietari di cani , per non trasformarla in campo minato come succede purtroppo per le aree esistenti.

Due panchine permettono il relax degli umani, mentre i pelosi scorrazzano e si liberano. I padroni potranno così identificare il punto della “raccolta” , doverosa non solo per legge, ma soprattutto per civiltà.

Una recente ispezione dimostra che , chi ha usufruito dell’area ha sempre «raccolto» anche se un certo fumatore ha scambiato il terreno di fronte ad una delle panchine come posacenere invece di spegnere la sua sigaretta e buttarla nel cestino posto all’ingresso dell’area.

 

Una preghiera : se il nostro cane non «resiste» fino all’area e lascia il suo ricordo per strada, magari sul bel prato adiacente, raccogliamo egualmente il prodotto e gettiamolo nel cestino.

La solidarietà in piazza

Domenica in piazza della Vittoria, a Lodi, 130 associazioni di volontariato hanno celebrato la SOLIDARIETA’, cioè l’ offerta gratuita del proprio tempo a chi ne ha bisogno.

Primi beneficiari disabili, ammalati, anziani, bambini, terzo mondo, ma anche ambiente, sport, e salute.

   

Un’occasione per incontrare altre associazioni, sentire le loro esperienze e condividere le proprie .

I clown in corsia
Incontri

Un occasione per capire la varietà e la vastità del fenomeno associativo, vera spina dorsale del nostro Paese .

   

MaiSoli presente con il suo stand

   

 

Scriveteci

 

Scriveteci

  • Diteci il vostro parere
  • Fate le vostre critiche
  • Ponete le vostre domande
    Nel sito web di MaiSoli  cliccando sulla finestra «CERCA» che si presenta su tutti gli articoli, potete scrivere liberamente.
    Ovviamente non verranno accettati argomenti politici, insulti, parole fuori luogo etc.
    Vi si chiede l’indirizzo e-mail ma non preoccupatevi, non apparirà e , soprattutto non verrà MAI usato per bombardarvi di comunicati.

Fare del bene fa stare bene

Fare del bene fa stare bene

E’ il motto della Festa del volontariato giunta alla sua 19a edizione
che si apre a Lodi in piazza della Vittoria, domenica 17 settembre 2017,

Chi la organizza 

LausVol – Centro servizi per il volontariato della provincia di Lodi in collaborazione con La Fondazione della Banca Popolare di Lodi .

Un po’ di storia
Abbandonata nel 2013, alla 15a edizione, la sede dell’ Isola Carolina, la manifestazione che ha visto l’anno scorso la partecipazione di  130 associazioni, si è trasferita nel cuore della città con strutture moderne e accoglienti.

I clown in corsia – 2016
Un gruppo etnico – 2016

Chi partecipa
La «Festa del volontariato» ospita associazioni che operano nei servizi alla persona, nello sport, arte, cultura, ambiente .

Cosa si ripromette

– promuovere la cultura del volontariato e dell’impegno sociale;
– creare un momento di aggregazione tra le varie associazioni che operano sul territorio lodigiano
– offrire la possibilità di una giornata insieme, per favorire legami tra le associazioni

Il coro Monte Alben invitato speciale nel 2016

E MaiSoli ?
MaiSoli ha partecipato per la prima volta all’edizione del 2016 e ripete quest’anno l’esperienza con un suo stand
Vi aspettiamo !

Montaggio dello stand nell’edizione 2016
Lo stand MaiSoli nell’edizione 2016

Ferragosto insieme

Ferragosto insieme
Mentre a Ferragosto il paese si svuota , per le vacanze o per una gita «fuori porta», MaiSoli anche quest’anno ha pensato a chi ha dovuto o voluto restare.
Si è trattato del tradizionale pranzo di ferragosto che ha riunito nei locali della palestra comunale una settantina di persone.

Si, il menu era invitante , ma il motivo principale che ha riunito tutte queste persone è stata la voglia di stare insieme. Il risultato finale è stato quello di un incontro fra amici che la qualità delle vivande ha reso ancora più gradevole.

Il risotto
Il gnocco fritto
Il gelato
Antipasto

 

Come sempre MaiSoli ha potuto contare sulla collaborazione del Comune di Salerano che ha fornito locali e attrezzature, degli immancabili «Amici del ballo» e della Pro Loco che ha fornito la sua magica friggitrice, indispensabile per il gnocco fritto e per le magnifiche alborelle di Vittorio.

Vittorio

Un applauso infine per tutti i volontari che si sono impegnati, sudando nelle cucine o trotterellando fra i tavoli

Appuntamento per il prossimo ferragosto, sempre insieme e….. mai soli.

Iniziative di Agosto

AMBULATORIO COMUNALE
per prelievi e prenotazioni
giovedì: dalle ore 6,45 alle ore 8,30

BIBLIOTECA COMUNALE
per ritiro e consegna libri
martedì: dalle ore 16,00 alle ore 18,00
sabato: dalle ore 10,00 alle ore 12,00

PRENOTAZIONE ACCOMPAGNAMENTI E RITIRO REFERTI
Sede di MaiSoli
giovedì: dalle ore 15,00 alle ore 16,30
sabato: dalle ore 10 alle ore 11,00

FERRAGOSTO IN COMPAGNIA
Pranzo di ferragosto presso il Centro Polifunzionale
In collaborazione con il Comune di Salerano e «Gli amici del ballo»

MENU
Antipasti vari
Due primi
Secondo e contorno
Macedonia
Gelato
Vino, acqua,caffè
Costo € 18,00

Le prenotazioni si ricevono presso la sede di MaiSoliONLUS,entro il 10 agosto, con il versamento della quota nei seguenti orari :
Mercoledì dalle ore 9 alle ore 10 (solo luglio)
Giovedì dalle ore 15 alle ore 16,30
Sabato dalle ore 10 alle ore 11
Per informazioni Tel. 0371.57050